Elevare un numero al quadrato o alla potenza di due vuol dire moltiplicarlo per se stesso. La definizione “quadrato” viene dalla geometria piana dove l’area di un quadrato è il risultato della moltiplicazione di uno dei lati per se stesso. Questo strumento restituisce il quadrato del numero immesso. Il risultato ha una precisione di 2 cifre dopo la virgola.

*campo obbligatorio

Istruzioni:

  1. Inserire il numero di cui trovare il quadrato
  2. Il risultato viene calcolato automaticamente

Torna all’elenco degli strumenti

Indice

Elevare un numero al quadrato

Elevare un numero al quadrato, che può essere anche detto elevare un numero a potenza di 2, vuol dire moltiplicarlo per se stesso. Quindi A²=A x A. La particolarità di questo calcolo è che dà sempre un numero positivo come risultato. Questo perché in un elevazione a potenza di due i fattori sono di segno concorde è moltiplicati fra loro danno un risultato positivo.

Esempio

  • 2²=4
  • -2²=4

Il calcolo inverso del quadrato è la radice quadrata. L’esempio mette in evidenza anche il fatto che un numero positivo ha due radici quadrate distinte. Quella principale positiva ed il suo opposto, di segno negativo.

Quadrati perfetti

Come abbiamo detto un numero al quadrato dà sempre un numero positivo. A questa serie di numeri va aggiunto anche  lo zero che comunque è il quadrato di zero.

Nella serie dei numeri naturali (numeri positivi interi) alcuni rappresentano dei quadrati perfetti. Questo vuol dire che la radice quadrata di questi numeri è anch’essa un numero intero. Ti faccio qualche esempio di quadrati perfetti.

  • 4 → risultato di 2²
  • 9 → risultato di 3²
  • 16 → risultato di 4²
  • 25 → risultato di 5²
  • 36 → risultato di 6²
  • 49 → risultato di 7²
  • 64 → risultato di 8²
  • 81 → risultato di 9²
  • 100 → risultato di 10²
  • 225 → risultato di 15²

È ovvio, ma comunque da sottolineare, che nella serie dei quadrati perfetti non ci sono numeri primi. Altra osservazione è che un quadrato perfetto non è divisibile solo per la sua radice quadrata, ma anhe da altri numeri interi.

L’elevazione al quadrato non è l’unica operazione con le potenze che rappresentano una corposa parte della matematica. Come ad esempio l’elevazione al cubo o alla potenza di tre.

Un articolo di Alessandro Nicotra pubblicato il 16 Febbraio 2018 e modificato l'ultima volta il 23 Febbraio 2019