Instagram ormai lo conoscono tutti. È vero. ma non tutti, anzi pochissimi, conoscono tutte le funzioni del social network delle immagini. Le funzioni di Instagram sono tante, molte delle quali sono di uso comune, mentre alcune sono poco conosciute ma ugualmente utili. Ci sono anche funzioni che tutti conoscono ma che pochi usano correttamente.

In questo articolo ti spiego come si usa al meglio il social network che sta prendendo il posto di Facebook nel cuore dei più giovani. Inoltre ti svelo il funzionamento alcune funzioni di Instagram poco note e poi ti mostro come fare bene alcune cose elementari.

Vista la complessità dell’argomento cercherò di schematizzare inserendo le funzioni in 5 macro aree.

  • Foto e video
  • Storie di Instagram
  • Profilo
  • Follower
  • Direct

Funzioni di Instagram: Foto e Video

Ovviamente questa è una delle funzioni di Instagram più diffuse, chiunque abbia IG sa che, per pubblicare una foto o un video, deve toccare il simbolo “più” nella parte bassa al centro e poi scegliere se

  • scattare una foto
  • postare una foto dalla galleria o dalla libreria
  • girare un video

Scattare una foto da postare una foto su Instagram

Scegliendo di scattare una foto si attiva la fotocamera e puoi fare il tuo scatto toccando il cerchio che vedi in basso. Puoi scegliere tra la fotocamera posteriore e la frontale e puoi usare tutte le altre funzioni previste dalla fotocamera del tuo smartphone come il flash o i filtri.

Una volta scattata la foto potrai elaborarla con gli strumenti di Instagram. Con gli stessi strumenti puoi elaborare anche immagini non scattate al momento ma prelevate dalla galleria o dalla libreria dello smartphone.

Nella parte alta dello schermo hai accesso ai set di strumenti per personalizzare il tuo scatto. Attualmente sono tre ma non è detto che in futuro non possano aumentare.

  • Filtri
  • Luminosità
  • Personalizzazione

Se scegli i filtri, nella parte bassa dello schermo del tuo smartphone appaiono una serie di pre-elaborazioni del tuo scatto. Puoi scegliere quella che vuoi facendo scorrere orizzontalmente la serie delle miniature e toccando quella che preferisci. Salto il secondo strumento perchè è chiaro quello che fa.

Nella personalizzazione potrai agire su singoli aspetti della immagine.

  • regolare l’angolo di inclinazione
  • agire sulla luminosità
  • settare il contrasto
  • modificare la struttura
  • impostare il la temperatura dell’immagine
  • saturare diversamente i colori
  • aggiungere luci e ombre colorate
  • sfumare la fotografia
  • regolare le luci aggiunte
  • regolare le ombre aggiunte
  • aggiungere un effetto vignetta
  • inserire un effetto che sfoca parte dell’immagine
  • migliorare la nitidezza

N.B. la funzione di personalizzazione è in fase sperimentale: non è presente su tutti gli smartphone ed alcune regolazioni non funzionano.

Postare una immagine su Instagram

Ti ho spiegato che, sia nel caso in cui tu abbia scattato la foto dalla app, sia in quello che tu l’abbia presa dalla galleria o dalla libreria, Instagram ti da la possibilità di elaborare questa immagine. Dopo averla elaborata è il momento di pubblicarla.

Prima di pubblicarla puoi fare alcune operazioni

  • scrivere una didascalia
  • aggiungere un luogo
  • taggare delle persone
  • condividere con altri social network

La didascalia serve a spiegare e contestualizzare l’immagine e si usa sopratutto per inserire gli hashtag. Per aggiungere il luogo devi autorizzare la app a geo-localizzarti ed automaticamente indicherà il luogo in cui ti trovi. Se vuoi puoi taggare qualcuno nella foto. Al momento della digitazione del nome della persona che vuoi taggare la app ti suggerirà dei nomi  selezionandoli tra le persone che segui. Ma la possibilità di taggare non è limitata agli utenti seguiti. Puoi taggare qualsiasi utente di Instagram, a meno che la persona che vuoi taggare non ti abbia bloccato.

Puoi anche condividere il post con altri social network. Questo presuppone tu abbia dato alle relative app i permessi per condividere i dati provenienti da Instagram. Nelle impostazioni avanzate hai la possibilità di disabilitare i commenti al post.

Postare un video su Instagram

Su Instagram puoi mettere anche i tuoi video e come per le immagini puoi postare un video girato con la app oppure prenderne uno che hai già nella galleria o nella libreria.

Come per le foto è possibile inserire dei filtri che modificano la resa visiva del video. Utilizzando la seconda icona pooi esplorare il filmato fotogramma per fotogramma, per controllare che tutto sia OK e quindi che il video sia pubblicabile.

N.B. le funzioni di Instagram per esplorare i video sono ancora in fase sperimentale e non tutti gli smartphone la hanno.

Dopo aver personalizzato il video lo puoi pubblicare con le stesse modalità delle foto: scrivendo la didascalia, inserendo i luoghi, taggando le persone.

Durata dei video registrati su Instagram

Fai attenzione il limite massimo della durata per un video registrato è un minuto. Questo limite ti viene imposto se utilizzi la videocamera in app di Instagram. Allo scadere dei 60 secondi la registrazione si interromperà automaticamente. Diverso invece se prelevi un video dalla galleria o dalla libreria. In questo caso l’editor dei video presenta in alto una icona con le forbici grazie alla quale potrai tagliare il video della lunghezza che preferisci. Ovviamente non potrai superare i 60 secondi di durata.

Video in diretta su Instagram

Un altro modo per pubblicare video e quello di farli in diretta. Per iniziare un video in diretta devi toccare la tua immagine del profilo, nella sezione storie della schermata principale della app o la macchina fotografica in alto a sinistra. Nella schermata della fotocamera poi, in basso, scegli in diretta. Ti basterà fare tap su Inizia un video in diretta per iniziare a trasmettere in streaming su Instagram.

Ai tuoi follower verrà inviata una notifica per avvisarli che è iniziato un tuo video in diretta. La durata massima di un video in diretta è di un’ora, sessanta minuti tondi tondi.

Storie di Instagram

L’inserimento delle storie tra le funzioni di Instagram è stata una delle svolte che ha portato al grande successo il social delle immagini. Inutile stare a parlare della liceità dell’operazione chiaramente copiata da Snapchat. Oggi questo è un punto di forza della comunicazione degli utenti di IG. Ti spiego allora cosa sono e come funzionano.

L’argomento delle storie di Instagram sta assumendo un’importanza sempre maggiore e le funzioni dedicate a questo strumento diventano sempre di più. Di conseguenza ho rimosso la sezione di questo articolo dedicata alle storie di Instagram ed ho scritto un articolo dedicato molto più approfondito. Quindi, se vuoi sapere tutto sulle storie di Instagram, leggi l’articolo che ho scritto in proposito.

Funzioni di Instagram: il profilo

Le impostazioni del profilo sono una delle funzioni di Instagram più semplici, tuttavia ti consiglio di dedicare un po’ di attenzione a questo aspetto. Te lo dico perchè il profilo è il tuo biglietto da visita ed è qui che una persona deciderà se diventare un tuo seguace o meno.

Io sul mio profilo personale non ho una strategia aggressiva, se tu vuoi crescere con i follower ti consiglio di utilizzare meglio di me questo aspetto del social network delle immagini  😉

Per accedere alla gestione del profilo tocca l’omino che c’è in basso a destra. Se hai più di un profilo che gestisci con la tua app non vedrai l’omino ma l’immagine del profilo selezionato. Successivamente fai tap su Modifica profilo. Qui puoi modificare quello che vedranno gli utenti che approderanno sul tuo profilo. Potrai personalizzare

  • Nome
  • Nome utente
  • Sito web
  • Biografia personale

Questo è un articolo tecnico per cui non mi dilungo su come usare questi campi, ma tieni presente che sono fondamentali per invogliare un utente a diventare un tuo follower.

Instagram Followers

Su Instagram puoi decidere chi seguire. Se segui un utente vedrai le immagini ed i video che posterà nel tuo feed e vedrai le storie che pubblicherà. Su IG ci sono profili pubblici e profili privati. I primi li puoi seguire liberamente. La procedura per seguire un profilo privato è la stessa solo che facendo tap su Segui invierai una richiesta all’utente che potrà accettare o meno.

Dove cercare chi seguire

In ogni sezione di IG puoi trovare qualcuno da seguire. Prima di tutto nella sezione dedicata le notifiche che è quella con il cuoricino. Qui potrai vedere chi ti segue e seguirlo a tua volta. Vedrai chi mette like o commenta i tuoi post e decidere di seguirlo. Inoltre, scorrendo il feed puoi trovare e seguire utenti che hanno messo like o commenti che ti sono piaciuti. Nella sezione dedicata alle ricerche puoi trovare i post più seguiti e decidere di seguire gli autori.

Per seguire un utente entra nel suo profilo e fai tap su Segui, se l’utente è già un tuo seguace la scritta sarà Segui anche tu. Molto spesso la app ti consiglierà di seguire degli utenti, in quel caso potrai seguirli facendo tap su Segui, direttamente dal feed o dai profili di altri utenti.

Direct

Tra le funzioni di Instagram una un po’ sottovalutata c’è Direct. Direct è il servizio di messaggeria della app e il suo utilizzo è semplice ed efficace. In realtà è molto simile a Messenger: la messaggeria è in tempo reale e l’interfaccia è elementare. Come Messenger ti da la possibilità di scaricare una apposita app per gestire i messaggi. La app ovviamente si chiama Direct.

Diversamente da quanto accade con Facebook e Messenger però, l’app Direct non è indispensabile per comunicare tramite smartphone: il servizio di messaggeria funziona anche con la app Instagram. Per accedere alla sezione Direct della app devi toccare l’aeroplanino di carta che c’è in alto a destra, su Android puoi anche fare uno swipe da destra verso sinistra. Altra differenza con Messenger è che è possibile inviare dei messaggi temporanei. La possibilità di inviare messaggi temporanei riguarda solo video e foto.

Ricerca

Grazie alla ricerca su Instagram puoi trovare qualsiasi cosa. Per accedere alla ricerca utilizza l’icona lente di ingrandimento che vedi nella parte bassa dello schermo. Si aprirà una schermata che in alto ha il campo di ricerca, mentre sullo schermo ti verranno proposti diversi filmati e fotografie. Sono i top trends ovvero le immagini ed i filmati più seguiti dagli utenti di IG. Ovviamente il tutto è filtrato dall’algoritmo che ti presenta sopratutto quel che ritiene più interessante per te.

Quando inizi ad utilizzare il campo di ricerca la schermata cambia e ti permette di affinare la tua ricerca proponendoti 4 categorie

  • Tutto
  • Persone
  • Hashtag
  • Luoghi

puoi fare la tua ricerca su tutto il mondo IG ma, se vuoi, puoi limitare la ricerca a alle persone, o agli hashtag, o ai luoghi. Per ogni ricerca la app ti suggerirà i risultati più pertinenti con la tua ricerca e il tuo profilo. L’algoritmo si occuperà di fornirti i risultati più pertinenti.

Una volta che avrai trovato la persona che stavi cercando potrai seguirla. È possibile seguire anche gli hashtag. Seguendo un hashtag riuscirai ad essere sempre aggiornato in funzione dei tuoi interessi, anche vedendo i post delle persone che non segui ma che utilizzano l’hashtag che segui.

Funzioni di Instagram: gli hashtag

Mi sembra giusto spendere due parole sugli hashtag. Perché una delle più importanti funzioni di Instagram è quella svolta dagli hashtag. Non ti dico come si generano perchè lo sanno fare già tutti. Il fatto è che la maggior parte delle persone lo fa male. Se anche tu sei di quelli che mettono gli hashtag un po’ a caso, fai un ultimo sforzo e leggi quanto segue.

A cosa servono gli hashtag?

Gli hashtag servono a etichettare un post per fare in modo che questo si ricercabile. Se quindi, per esempio,  stai pubblicando una tua foto al mare ad Ischia, una buona idea sarebbe etichettarla con gli hashtag #mare #spiaggia #vacanze. Magari puoi aggiungere i luoghi e quindi #italy #campania #ischia. Anche tutti gli altri hashtag che utilizzi, al massimo 30, dovrebbero essere coerenti con il post.

In questo modo chiunque fa una ricerca utilizzando le parole che hai messo negli hashtag ha la possibilità di vedere il tuo post ed interagire con esso. Ora prova ad andare su Instagram e guarda i post.. io l’ho fatto è su un post di una ragazza che prende il sole in vacanza ho trovato gli hashtag #danzadelventre e #graziemauro. Al di là del fatto che siano probabili o meno, il vero problema è che non sono coerenti. Secondo te qualcuno che cerca la danza del ventre interagirà con il post della ragazza al mare?

Quindi prima di mettere hashtag a caso fatti questa domanda: quali ricerche farebbero le persone che poi potrebbero interagire con il mio post?

Conclusioni

Questo articolo dice tanto, ma ovviamente non dice tutto quel che è possibile dire a proposito di Instagram. Presto scriverò altri articoli, magari approfondendo singoli aspetti che sono di interesse comune.

Nel frattempo grazie per aver letto il mio articolo Funzioni di Instagram, quelle più note e quelle che non conosci.

Un articolo di Alessandro Nicotra pubblicato il 5 Aprile 2018 e modificato l'ultima volta il 9 Ottobre 2018