Chi usa Instagram lo sa bene, le etichette sono una parte importantissima dei post ed ogni instagramers che si rispetti ne fa largo uso. Ciò nonostante gli hashtag Instagram stanno per lasciarci, non lì vedremo più. O perlomeno non li vedremo più nello forma in cui li abbiamo visti finora. La popolare app sta studiano un modo per renderli invisibili senza però rinunciare al loro fondamentale ruolo.

A cosa servono gli hashtag Instagram?

Anche se a molti può sembrare solo un vezzo, gli hashtag sono importanti ed hanno un compito molto preciso. Gli hashtag sono delle etichette che chi pubblica mette ai propri post e grazie alle quali è possibile trovare i post stessi. Instagram è dotato di un sistema di ricerca che consente di trovare immagini e video relativi ad un certo argomento. Ma come fa Instagram a sapere qual è l’argomento del post? Come fa a sapere se, quando pubblico una foto del mare, sto parlando di #vacanze o di #biologia?

Ecco che ci vengono incontro gli hashtag Instagram, grazie ai quali è possibile etichettare i contenuti e rendere possibile il loro ritrovamento in base a delle parole chiave. Parole chiave che lo stesso autore inserisce nel post facendole precedere dal simbolo del cancelletto (#).

Gli utenti usano le etichette in modo scorretto

Probabilmente lo hai notato anche tu, i post di Instagram sono farciti di hashtag, spesso sono tanti ed arrivano a caratterizzare i post stessi. Spesso sono messi con un certo criterio, ma altrettanto spesso sono messi lì solo per fare un po’ di scena. Sopratutto gli utenti che non conoscono la funzione di queste etichette, ne mettono un po’ a caso, così tanto per farlo o per enfatizzare alcune parole. Questo fatto di utilizzare gli hashtag in modo estetico è diventata una moda per cui, anche al di fuori dei social, dove non hanno alcuna utilità, si usa anteporre un cancelletto alle parole da evidenziare.

Perché Instagram vuole nascondere gli hashtag

Instagram per un bel po’ ha cavalcato questa moda lasciando che i propri utenti mettessero un bel po’ di hashtag nei loro post. Al momento infatti il limite massimo è di 30 etichette per ogni post. Il problema estetico però pian piano è venuto fuori, i migliori influencer non mettono i loro hashtag Instagram nei post, ma utilizzano il primo commento per inserire tutte le etichette relative al contenuto. Il risultato è lo stesso ed il post non risulta appesantito dalle tante parole con il cancelletto.

Ecco allora che il social network ha deciso di seguire i suoi utenti più attenti (che spesso sono quelli che raggiungono i risultati migliori), riservando un nuovo spazio alle etichette. Gli hashtag, pur essendo ancora presenti, non saranno più visibili agli utenti. Tecnicamente lasceranno la forma di dati per essere inseriti sotto forma di  metadati.

Se nella forma c’è un evidente novità, nella sostanza però non cambia nulla. Gli utenti continueranno ad etichettare i loro post per favorire il loro ritrovamento tramite il motore di ricerca della app.

Un articolo di Stefano Avolio pubblicato il 21 Settembre 2018 e modificato l'ultima volta il 9 Ottobre 2018