Il gestore telefonico Iliad sta estendendo a tutto il territorio italiano la copertura di rete 2G/3G/4G/4G+. Questo stando a quanto riportato dal sito ufficiale dell’operatore telefonico nella pagina dedicata alla copertura del servizio sul territorio. Eppure i clienti continuano a lamentare grosse difficoltà a trovare campo, in particolare per la navigazione 4G. Come sta davvero la situazione? Com’è la copertura Iliad? I clienti del gestore telefonico possono sperare di vedere un miglioramento nel breve periodo?

Se anche tu non riesci a navigare con la SIM Iliad, potresti avere un problema di configurazione del tuo smartphone. Leggi questo articolo per risolverlo.

Chi è Iliad

Iliad Italia è un operatore di telefonia mobile che fornisce i suoi servizi su tutto il territorio italiano. È controllata dalla società francese Iliad. Il gestore telefonico ha avuto il grande merito di innescare un effetto concorrenza nel panorama dei gestori telefonici italiani. Questa concorrenza ha portato grandi vantaggi ai consumatori italiani per i quali si può dire che esiste un prima Iliad ed un dopo. L’operatore mobile francese ha iniziato a commercializzare le sue offerte dal 29 Maggio 2018, con proposte molto migliori della concorrenza.

Da allora sono successe tante cose, le più notevoli sono la nascita di gestori low cost di proprietà di TIM e Vodafone; sto parlando si Kena e di Ho Mobile. Un altro effetto importante dell’arrivo di Iliad è stato un veloce ribasso delle tariffe e il contestuale aumento delle soglie di traffico dati, telefonate, SMS, di tutti i gestori telefonici. Dal punto di vista degli utenti ci voleva proprio.

La copertura Iliad

Se da un lato l’arrivo del gestore Francese ha portato beneficio ai consumatori, dall’altro ha portato qualche problema. La copertura Iliad, in particolare per la connessione dati, non soddisfa gli utenti. Eppure ancor prima di iniziare a vendere le sue offerte, l’operatore di telefonia mobile aveva stretto un accordo con il  gruppo Cellnex, proprietario di circa 8000 torri per la trasmissione di segnali telefonici, per fornire una copertura di rete estesa ed efficiente.

Non solo ha anche acquisito le frequenze dismesse da Wind-Tre in seguito alla fusione e oltre 300 siti di trasmissione. Allora cosa c’è che non va? Probabilmente il successo stesso delle offerte ha messo in crisi la copertura Iliad. A fine settembre 2018, dopo soli quattro mesi dall’inizio della campagna di vendite i clienti erano già 2.230.000. Probabilmente troppi per l’infrastruttura di rete e questo affollamento fa perdere qualità al servizio.

Quindi, anche se il territorio Italiano è quasi interamente coperto dai trasmettitori, il servizio risulta insufficiente per la scarsità delle risorse a disposizione.

Per verificare la copertura Iliad nella tua zona fai in questo modo. Vai alla pagina dedicata sul sito ufficiale. Qui troverai sulla destra una mappa dell’Italia e sulla sinistra delle spunte per attivare o disattivare le diverse reti

  • 2G
  • 3G
  • 4G/4G+

Ora fai uno zoom nella mappa per individuare la zona per la quale vuoi verificare la copertura Iliad e poi metti o togli le spunte della rete che intendi verificare. È facile e divertente.

Come ti dicevo poco fa il fatto che un’area sia coperta con una delle reti di rice-trasmissione non vuol dire che garantirà la connessione alla massima velocità. Purtroppo sul fronte delle risorse disponibili l’operatore di telefonia mobile deve crescere ancora

Miglioramenti a breve?

L’azienda francese sta investendo con convinzione in Italia. Ha partecipato all’asta per l’assegnazione delle frequenze 5G ottenendo

  • il blocco di frequenze riservate ai nuovi operatori da 10 Mhz nelle banda a 700 Mhz
  • un blocco da 20 Mhz nella banda 3.7 Ghz
  • 200 MHz nella banda 26 GHz

Per il 5G sono stati investiti oltre un mliardo e 850 milioni di Euro. Iliad quindi avrà un ruolo importante nel 5G in Italia, come frequenze assegnate è la terza dopo Vodafone e TIM prime a pari merito.

Ma i clienti non possono aspettare tanto, i transalpini lo sanno ed hanno deciso di fare un ulteriore accordo, con un’azienda controllata da TIM che gestisce 11.000 torri di trasmissione: INWIT. Questo nuovo accordo va ad aggiungersi al precedente accordo fatto con Cellnex ed al completamento del passaggio dei siti di trasmissione ex Wind-Tre che avverrà entro la fine del 2019.

La SimBox di Iliad

Una delle novità introdotte nel mercato italiano da Iliad è la SimBox. Fino ad oggi per ottenere una SIM di un operatore di telefonia mobile dovevi andare in un “center” del gestore telefonico. Potevi (e ancora puoi) ottenere la SIM previo rilascio di documenti personali, firma delle condizioni contrattuali e pagamento ad una persona delegata dal gestore.

Iliad invece ha sistemato in molte aree altamente frequentate i suoi totem multimediali per il rilascio delle SIM. Sopratutto nei centri commerciali puoi trovare le SimBox di Iliad. Con una SimBox puoi fare tutte le operazioni necessarie al rilascio di una SIM del gestore telefonico francese. Riconoscimento, copia dei documenti, pagamento, tutte le procedure sono state integrate in un’unica macchina che gestisce il processo dall’inizio fino al rilascio della SIM. Puoi utilizarre le SimBox sia per fare la portabilità el tuo numero a Iliad, sia per ottenere un nuovo numero di telefono.

Conclusioni

Alla fine del 2018 i dati di mercato hanno segnalato una contrazione delle portabilità in entrata ed un flusso di utenti in uscita in crescita. Niente di allarmate ma è l’indicazione del fatto che l’effetto sorpresa è finito. Sicuramente il merito è delle aziende concorrenti che hanno fatto le loro contromosse di mercato. La colpa è anche della stessa Iliad che non ha dato un servizio di altissimo livello è qualche utente deluso ha preferito migrare verso altri operatoti telefonici.

Ciò nonostante bisogna riconoscere al gestore transalpino il merito di aver dato un bello scossone al mercato. Inoltre la copertura è destinata a migliorare e forse non è il caso di cambiare gestore telefonico. Iliad promette di essere un leader del mercato della telefonia mobile.

Grazie di aver letto il mio articolo Copertura Iliad, il gestore telefonico sta ampliando la sua rete.

Un articolo di Alessandro Nicotra pubblicato il 13 Febbraio 2019 e modificato l'ultima volta il 21 Marzo 2019