SEO - Le parole di transizione

Parole di transizione: come rendere più leggibili i testi

Le parole di transizione sono parole o insiemi di parole che aiutano il lettore nella comprensione del testo. Esse fanno da ponte tra una frase e la successiva, chiarendo il collegamento tra esse. L’utilizzo di queste parole o frasi guida la persona che legge un testo a capire meglio i rapporti tra i vari concetti. Per questi motivi utilizzando le parole di transizione un testo risulta molto più chiaro ed i concetti che lo scrittore esprime vengo trasferiti più facilmente al lettore.

Potrebbe sembrarti strano questo articolo così poco digitale sul mio blog. Ma non è così strano come sembra. Il mondo digitale richiede una gestione dei contenuti molto curata e la leggibilità dei testi è ormai a pieno titolo un argomento SEO.

Le parole di transizione nella SEO

Google, che è attentissimo alla user experience, valuta leggibilità del testo come elemento di qualità di una pagina web. Di conseguenza la stessa è tra i fattori di posizionamento nelle SERP. Uno dei parametri di valutazione della leggibilità, è la presenza (ed il corretto utilizzo) delle parole di transizione. Anche Yoast, il plugin per WordPress che guida gli scrittori nell’elaborazione di testi ottimizzati sotto l’aspetto della SEO, considera la presenza delle parole di transizione come parametro da rispettare per ben posizionare le proprie pagine su Google.

Molti di voi mi dicono che non riescono a far uscire il semaforo verde di Yoast relativamente alle parole di transizione, ottenendo il classico messaggio “xx% frasi contengono una parola o frase di transizione , che è meno del minimo consigliato di 30%”. Se anche tu sei uno di questi prova a pescare un po di parole e frasi da questo articolo. Vedrai che la situazione migliorerà.

Cosa sono le parole di transizione e come vengono utilizzate?

Ti faccio giusto una piccola spiegazione su cosa sono le parole di transizione e poi passerò ad elencartele ed a spiegarti in quali contesti usarle.

  • sono frasi o parole usate per collegare un idea con la successiva
  • sono usate dall’autore per aiutare il passaggio del lettore da un’idea significativa alla successiva
  • mostrano il rapporto, all’interno di un paragrafo o all’interno di una frase, tra il concetto principale e le idee che l’autore aggiunge come supporto al concetto stesso

Un’ultima cosa prima di fornirti l’elenco, le parole di transizione sono molte e possono avere diverse funzioni. Ti spiego giusto un po’ meglio come usarle e poi via al lungo elenco che ho preparato per te.

Le transizioni possono essere suddivise in quattro grandi categorie:

  • additive
  • avversative
  • causali
  • sequenziali

Le transizioni additive

  • aggiunta
  • introduzione
  • riferimento
  • somiglianza
  • identificazione
  • precisazione

Le transizioni avversative

  • conflitto
  • enfasi
  • concessione
  • congedo
  • sostituzione

Causali (non casuali)

  • causa / motivo
  • effetto / risultato
  • scopo
  • conseguenza

Sequenziali

  • numerico
  • continuazione
  • conclusione
  • digressione
  • ripresa
  • riassunto

Quali sono le parole di transizione Additive

Le parole di transizione additive possono indicare un aggiunta come ulteriore approfondimento, l’introduzione di argomenti simili, la somiglianza di nuove idee con concetti già espressi. Possono servire anche a precisare e ad identificare.

Aggiunta

  • infatti
  • ulteriore
  • nonché
  • entrambe (o nessuno dei due)
  • non solo (questo), ma anche (che)
  • anche
  • per di più
  • inoltre
  • difatti
  • in tutta onestà
  • e
  • inoltre
  • in aggiunta a questo
  • oltre a questo
  • a dire la verità
  • o
  • infatti
  • in realtà
  • per non parlare di
  • a dire il vero
  • pure
  • molto più
  • molto meno
  • come tale
  • per non parlare di
  • in alternativa
  • d’altra parte

 Introduzione

  • ad esempio
  • come
  • soprattutto
  • compreso
  • particolarmente
  • per esempio
  • a titolo di esempio
  • in particolare
  • segnatamente
  • per illustrare
  • per spiegare

Riferimento

  • si parla di
  • considerando
  • per quanto riguarda
  • con riferimento a
  • come per
  • relativa
  • il fatto che
  • in materia di

Somiglianza

  • allo stesso modo
  • nello stesso modo
  • per lo stesso motivo
  • in modo analogo
  • ugualmente
  • similmente

Identificazione

  • questo è
  • cioè
  • in particolare
  • in tal modo

Precisazione

  • cioè
  • intendo
  • da un punto di vista
  • in altre parole

Le parole di transizione avversative

Queste parole o frasi vengono utilizzate per segnalare un conflitto, una contraddizione , una concessione, una revoca, possono essere utilizzate per dare enfasi, ecc.

Conflitto

  • ma
  • per contrasto
  • mentre
  • d’altra parte
  • però
  • e ancora
  • quando in realtà
  • al contrario

Enfasi

  • ancora di più
  • soprattutto
  • infatti
  • ma ancora più importante
  • inoltre

Concessione

  • ma anche così
  • tuttavia
  • nonostante
  • d’altra parte
  • certo
  • però
  • concesso
  • ad ogni modo
  • anche se
  • sebbene
  • e ancora
  • sebbene
  • a dispetto di
  • indipendentemente da

Congedo

  • in entrambi i casi
  • qualsiasi cosa accade
  • d’altra parte
  • in ogni modo
  • in ogni caso
  • ugualmente
  • qualsiasi cosa succeda

 Sostituzione

  • o quantomeno
  • o piuttosto
  • anziché

Parole e frasi di transizione causali

Queste transizioni indicano una causa o un effetto, una condizione, uno scopo o una conseguenza.

Causa / Motivo

  • per la semplice ragione che
  • essendo
  • perché
  • in considerazione che
  • in quanto
  • a causa del fatto che
  • visto che
  • come
  • in ciò
  • da quando

Condizione

  • a condizione che
  • garantito che
  • se
  • purché
  • nel caso
  • nel caso in cui
  • fino a quando
  • salvo che
  • dato che
  • solo se
  • concesso che
  • a condizione che
  • anche se

Effetto / Risultato

  • così che
  • conseguentemente
  • quindi
  • perciò
  • in tal modo
  • A causa di ciò
  • come risultato di questo
  • così tanto che
  • come conseguenza
  • per questa ragione

Scopo

  • al fine di
  • nella speranza che
  • per paura che
  • così che
  • con questa intenzione
  • al fine che
  • in maniera da
  • per paura che
  • con questo obiettivo
  • affinché
  • in modo da
  • così

Conseguenza

  • in quelle circostanze
  • poi
  • in quel caso
  • se no
  • che è il caso
  • se è così
  • altrimenti

Transizioni sequenziali

Queste transizioni vengono utilizzate per indicare una sequenza cronologica o logico.

Numerico

  • in primo luogo
  • inizialmente
  • iniziare con
  • prima di tutto
  • per iniziare
  • iniziare con
  • all’inizio

Continuazione

  • successivamente
  • in precedenza
  • infine
  • il prossimo
  • prima di questo
  • in seguito
  • dopodiché
  • poi

Conclusione

  • concludendo
  • come punto finale
  • infine
  • alla fine
  • ultimo ma non meno importante
  • alla fine
  • finalmente
  • da ultimo

Digressione

  • cambiando tema
  • per inciso
  • a proposito

Ripresa

  • per tornare al punto
  • riprendere
  • comunque
  • in ogni modo
  • in ogni caso
  • per tornare al soggetto

Riassunto

  • come è stato detto in precedenza
  • così
  • conseguentemente
  • in sintesi
  • tutto sommato
  • per farla breve
  • in tal modo
  • come ho detto
  • per riassumere
  • complessivamente
  • come è stato detto
  • poi
  • per riassumere
  • per essere breve
  • brevemente
  • in questi punti
  • in tutto
  • nel complesso
  • perciò
  • come è noto
  • quindi
  • in conclusione
  • in una parola
  • per dirla in breve
  • ricapitolando
  • del tutto
  • in breve

Questi esempi non esauriscono le possibili transizioni. Non si sa nemmeno quali Google riconosca come tali e quali no. Usarle però aumenta la leggibilità dei testi e con essa la permanenza degli utenti sul sito. Un testo gradevole, di facile comprensione, invoglia il lettore a leggere ancora, la conseguenza è che scende anche la percentuale di rimbalzo (bounce rate).

Tempo di permanenza e percentuale di rimbalzo per Google sono parametri fondamentali nella valutazione di un sito, in quanto indicatori una positiva esperienza dell’utente.

Grazie per aver letto il mio articolo Parole di transizione: come rendere più leggibili i testi.

Parole di transizione: come rendere più leggibili i testi
Media voto 5 - (100%) su un totale di 15 voti

Alessandro Nicotra
Alessandro Nicotra

Scrivo articoli e guide per aiutare le persone a superare gli ostacoli che sorgono nell'uso di tecnologie digitali, nuovi media, social network.

6 commenti

  1. GRAZIE Ale, sei un mito !!!!!

  2. nonostante stia impazzendo e leggendo di tutto per conoscere le “parole di transizione” il dannato wordpress continua a non riconoscerle come tali. suggerimenti??

    1. Ciao Manuela, purtroppo non si conosce bene l’elenco delle parole di transizione riconosciute da Yoast in Italiano, ne tanto meno si sa quali siano quelle inserite nell’algoritmo di Google. Quello che ti posso dire è di usarle nella maniera più naturale possibile e non solo per far contento Yoast. Da quando faccio così il semaforo di Yoast è verde e gli articoli si posizionano sempre bene.

  3. Articolo utilissimo, grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *